Programma elettorale

Ambiente ed Ecologia

  • valorizzazione della valle di albano mediante la riqualificazione e la manutenzione dei sentieri collinari
  • studio di fattibilita’ per la realizzazione di percorsi ciclopedonali che colleghino albano con la pista ciclabile di brusaporto
  • interventi di contrasto al dissesto idrogeologico mediante periodico controllo e pulizia del reticolato idrico minore
  • costante manutenzione, taglio erba, pulizia e riqualificazione dei parchi pubblici con la sostituzione giochi rotti e pericolosi anche con giochi “inclusivi”
  • implementazione e monitoraggio della corretta raccolta differenziata mediante lo studio di un sistema di tariffazione puntuale che consenta la progressiva riduzione di rifiuti indifferenziati
  • azioni di contrasto contro l’abbandono dei rifiuti
  • azioni di contrasto contro l’abbandono di escrementi dei cani
  • monitoraggio della qualita’ dell’aria
  • promozione dell’ utilizzo di fonti di energia rinnovabile: monitoraggio dei consumi energetici degli edifici comunali per la predisposizione di progetti di efficientamento
  • implementazione dei sistemi di illuminazione pubblica a risparmio energetico
  • ricerca e partecipazione bandi-progetti di mobilita’ sostenibile

Il tema dell’ambiente è particolarmente importante e sentito. Il patrimonio ambientale di Albano merita di essere maggiormente curato e valorizzato.
In particolare la Valle d’Albano e le colline che circondano il paese sono l’elemento che caratterizza e contraddistingue il territorio. Sarà quindi nostro impegno valorizzarle e conservarle rispettando i vincoli del PLIS (Parco Locale di Interesse Sovraccomunale).
Sistemeremo i sentieri collinari, anche con il recupero di alcuni percorsi ormai non più praticabili, come il sentiero che da via Carbonera scende verso la Valle d’Albano. Tutti i sentieri ed i percorsi saranno dotati di segnaletica.
Per evitare i danneggiamenti del patrimonio, dovuti spesso all’inciviltà, ci impegneremo a cercare volontari che possano svolgere una funzione di vigilanza e controllo.
Incentiveremo l’utilizzo della bicicletta, studiando collegamenti con i percorsi ciclabili esistenti nei Paesi vicini, per garantire interessanti percorsi naturalistici tra il patrimonio ambientale e culturale del territorio (per esempio il collegamento con il percorso che passa tra i vigneti sino al castello di Brusaporto, con quello di Pedrengo e con Torre de’ Roveri ed attraverso la pista ciclopedonale di Negrone sino a Scanzorosciate).

Vogliamo contrastare il dissesto idrogeologico con il controllo e la pulizia dei corsi d’acqua del reticolo minore e il costante rapporto con gli Enti che si occupano dei corsi d’acqua principali, affinché provvedano
alla loro manutenzione. Censiremo gli scarichi esistenti per evitare che inquinanti e scarichi fognari vengano riversati nei corsi d’acqua.

I parchi pubblici saranno oggetto di costante pulizia e manutenzione; saranno sostituite le attrezzature rotte o danneggiate. Ci piacerebbe costituire dei “comitati di cittadini” che si prendano a cuore la cura del parco esistente nella loro zona, collaborando alla pulizia ed alla vigilanza contro gli atti vandalici che troppo spesso interessano il nostro patrimonio.

All’interno dei parchi saranno individuate, dove già non ci sono, apposite aree per i cani, sperando così di evitare l’orribile spettacolo delle deiezioni canine sui marciapiedi del paese. Accanto a questo verrà fatta anche una campagna di vigilanza con sanzioni per tutti quanti non provvedano alla pulizia dei marciapiedi. Questi controlli saranno fatti anche per evitare l’abbandono di rifiuti domestici nelle aiuole o nei pressi dei cestini stradali.

La raccolta differenziata dei rifiuti sarà incentivata e monitorata anche mediante lo studio di tariffe puntuali che portino alla riduzione dei rifiuti indifferenziati. Con un sistema più efficiente di raccolta e smaltimento si può anche ridurre l’importo dei costi dell’intero processo di raccolta e, quindi, è possibile pensare ad un abbassamento dell’imposte sullo smaltimento rifiuti.

Vogliamo promuovere l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile per gli edifici pubblici nonché il monitoraggio dei consumi per valutare l’utilizzo di sistemi di efficientamento. Per ridurre il consumo energetico e l’inquinamento luminoso vorremmo implementare gli impianti di illuminazione pubblica a led a luce calda, possibilmente con la medesima caratteristica luminosa su tutto il territorio.

La qualità dell’aria che respiriamo è un altro degli aspetti che ci sta particolarmente a cuore. Siamo circondati da ditte potenzialmente pericolose e, da anni, nessuno effettua una verifica di che aria stiamo respirando. In accordo con Arpa effettueremo controlli annuali ed i rilevamenti saranno resi pubblici sulle pubblicazioni comunali così come in assemblee pubbliche. In corrispondenza delle aree produttive ci piacerebbe realizzare delle aree verdi boscate a filtro tra la parte produttiva e la parte residenziale, con l’intento di eliminare anche i cattivi odori, che soprattutto nelle sere d’estate, risultano particolarmente percepibili e molesti.

Concorreremo a tutti i bandi pubblici e parteciperemo a bandi-concorso per i progetti di mobilità sostenibile e di efficientamento energetico.

 

 Urbanistica, Infrastrutture e Viabilità

  • riqualificazione della piazza senza parcheggio interrato che garantirebbe solo 14 posti auto ad uso pubblico con elevati costi di manutenzione e pulizia ed il rischio di un rapido degrado
  • incentivi per la ristrutturazione ed il recupero del patrimonio edilizio esistente per limitare il consumo del suolo
  • politiche attive per migliorare la vivibilita’ del territorio anche mediante la sponsorizzazione da parte di aziende presenti sul territorio.
  • manutenzione delle strade e miglioramento dell’arredo urbano (marciapiedi, dossi, cestini, panchine, aiuole)
  • partecipazione attiva per la realizzazione della metropolitana leggera con l’obiettivo di sensibilizzare gli enti preposti alla soluzione definitiva del passaggio della ferrovia

Il tema principale in tema di opere pubbliche è sicuramente quello della piazza. E’ evidente che un intervento di sistemazione dello spazio antistante il nuovo Palazzo comunale deve essere effettuato, ma non vogliamo che questo intervento utilizzi tutte le risorse economiche comunali.
La nuova piazza non dovrà avere parcheggi interrati, che a fronte di pochi posti auto, richiede costi realizzativi e di manutenzione troppo elevati. Dovrà essere uno spazio aperto, fruibile e verde da utilizzare anche per manifestazioni pubbliche.

Vogliamo pensare a progetti per il recupero delle aree dismesse sia industriali che del centro storico, per ridurre il consumo di suolo anche nel rispetto del PGT appena approvato.
Per il centro storico proseguiremo la campagna di incentivazione degli interventi di ristrutturazione con la riduzione dei costi dovuti al pagamento degli oneri. Vorremmo che in alcuni degli immobili vuoti del centro storico si installassero attività pubbliche, per poter dare vivacità e ripresa al nucleo centrale del Paese.

Deve essere attuata una seria politica di manutenzione delle strade e dei marciapiedi perché il livello di degrado è ormai elevato. La manutenzione costante deve essere una priorità anche per garantire la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni.

In alcune zone va ripensata anche la viabilità con l’introduzione di sensi di marcia diversi, l’eliminazione di inutili dossi e l’introduzione di elementi per la riduzione della velocità che abbiano un effettivo risultato.
Vogliamo rendere visibili e meno pericolosi gli attraversamenti pedonali, mettendo l’idonea segnaletica ma senza creare ostacoli pericolosi al transito.

Vogliamo migliorare l’arredo urbano, posare nuovi cestini, panchine, creare aiuole fiorite.
Vorremmo trovare sponsor che prendano in carico un tratto di strada e si occupino della sua manutenzione.

Saremo interlocutori presenti con gli Enti che si occupano della progettazione della metropolitana leggera per riuscire a risolvere in modo definitivo l’annoso problema del passaggio a livello che da sempre divide il paese in due parti e crea notevoli problemi di viabilità e di conseguente inquinamento.

 

 

 Giovani, Anziani e Politiche sociali

  • introduzione del consiglio comunale dei ragazzi
  • incentivi/convenzioni per il trasporto pubblico
  • coinvolgimento di appartenenti alla terza eta’ in attivita’ di volontariato sul territorio
  • approntare la collocazione definitiva della casa- famiglia per anziani
  • creare occasioni di incontro/gioco tra bambini della scuola materna e anziani
  • incremento risorse riservate al piano per il diritto allo studio
  • iniziative di partecipazione attiva dei giovani e promozione di stage
  • creare luoghi ed iniziative di aggregazione giovanile
  • incentivare il lavoro di rete in ambito sociale; istituire gruppi di lavoro tematici composti da soggetti istituzionali e non (scuola, parrocchia, associazioni culturali, sportive e di volontariato) anche al fine di attivare reti di solidarieta’ nei confronti dei cittadini piu’ deboli ed in difficolta’ e favorire un maggior benessere sociale collettivo

La nostra lista civica, forte anche della presenza dei suoi componenti nelle varie realtà del territorio, è convinta che, per creare un paese coeso che si apre al mondo, occorra favorire le realtà giovanili e valorizzare il patrimonio di conoscenza, memoria ed esperienza di cui sono portatori i nostri anziani.

Per far sì che ciò avvenga occorre rispondere alle esigenze più sentite.

Per i giovani ed i ragazzi vogliamo potenziare il sostegno allo studio mediante l’incremento delle risorse messe a disposizione della scuola per attività integrative; per i giovani che frequentano le scuole superiori cercare incentivi o convenzioni che consentano di abbattere il costo del trasporto pubblico.

Fondamentale per la nostra lista sarà l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, ritenuto strumento prezioso di formazione di una cittadinanza attiva, di conoscenza dei meccanismi che governano la gestione della cosa pubblica e l’attenzione al bene comune.

Per i giovani sarà essenziale prevede la realizzazione di spazi adeguati per lo sviluppo di attività ricreative, culturali e aggregative; la nostra lista vuole realizzare una sala polivalente che possa accogliere i nostri giovani nelle loro esperienze teatrali e musicali, ricchezze di cui tutto il paese potrà beneficiare.

Vorremmo costruire “occasioni di protagonismo” e di partecipazione attiva dei giovani, in ambito culturale. L’amore e la conoscenza del territorio possono scaturire da esperienze concrete nelle quali i nostri giovani possano sentirsi parte attiva: ci proponiamo di progettare stage finalizzati ad attività di volontariato.

Per quanto riguarda i nostri anziani vogliamo incentivare in tutti i modi e sostenere le necessità legati alla loro cura sia domiciliare che presso le strutture più adeguate; sotto questo profilo ci impegniamo a trovare una soluzione definitiva e funzionale alla collocazione della Casa –Famiglia una risorsa fondamentale che consente di sollevare un po’ le famiglie senza allontanare gli anziani dalle proprie abitazioni e dall’affetto più prossimo dei loro cari.

Per quanto riguarda gli anziani che godono di buona salute si intende incrementare il loro preziosissimo apporto nelle attività di volontariato di cui il nostro paese ha sempre bisogno; dalle attività volte a garantire la sicurezza degli alunni all’uscita e all’entrata della scuola sino alla loro collaborazione per attivare il piedibus a beneficio di tutti gli alunni di Albano.

Intendiamo, poi, riproporre un’esperienza che in altri Comuni si è rivelata molto positiva ovvero creare occasioni di incontro e di gioco tra i bambini della scuola dell’infanzia e gli anziani, cercando di replicare a quella meravigliosa sinergia che si crea naturalmente tra i bambini ed i nonni, sino ad arrivare a pensare di indirizzare la disponibilità di tempo dei nostri anziani a favore delle famiglie e delle loro esigenze di conciliazione lavoro –famiglia senza ulteriori aggravi economici.

Siamo fermamente convinti che un maggior coinvolgimento dei giovani e degli anziani così come una maggiore predisposizione all’ascolto e alla risposta ai loro bisogni possa dar vita ad un circolo virtuoso di risorse ed opportunità che apra Albano al futuro con la fiducia e la consapevolezza che solo le nostre radici ci possono consegnare.

Vogliamo un Paese a dimensione d’uomo, vivibile, attento ai bisogni delle fasce più deboli. Vogliamo delle pratiche sociali partecipate sia da soggetti interni che esterni alla Pubblica Amministrazione come scelta di metodo nella ricerca di risposte ai problemi sociali del nostro territorio.

Stiamo vivendo una profonda trasformazione sociale e un’estesa crisi economica destinate a causare mutamenti nel tessuto sociale e nel benessere non solo materiale della nostra comunità. Riteniamo che un elemento fondamentale, per costruire politiche sociali, sia quella di porre una forte attenzione alla promozione di relazioni facendo in modo che la pianificazione sociale risponda a un’idea di “Paese” come ad un progetto collettivo.

Compito dell’Amministrazione è quello di riunire, in un quadro organico, tutte le offerte presenti di servizi per non disperderne la ricchezza e per orientare in modo più efficace il cittadino impegnato a ricercare risposte ai propri bisogni.

Ad oggi, emerge con profonda chiarezza il pensare a nuovi modelli di lavoro sociale che invitano a focalizzare l’attenzione sul “come” si lavora oltre che su “quanti” servizi si erogano. Appare sempre più importante da un lato rendere i cittadini protagonisti nel salvaguardare la propria autonomia dai servizi e dall’altro sviluppare relazioni per mettere in comunicazione più mondi: quello istituzionale, associativo e di volontariato, al fine di promuovere la partecipazione e la costruzione di un benessere sociale collettivo.

Vogliamo attivare reti, gruppi di lavoro tematici composti da soggetti istituzionali e non, formali e informali, per un’ottimizzazione delle risorse e competenze dei diversi soggetti che in forme diverse operano in ambito sociale: scuola, comune, parrocchia, associazioni culturali, sportive e di volontariato. Il tavolo tematico diventa un luogo di ascolto e raccolta dei bisogni intercettati dalle diverse agenzie, di costruzione di percorsi che possano aiutare il cittadino ad orientarsi nella ricerca di risposte efficaci ai propri bisogni e a migliorare l’accesso ai servizi.

 

 Sport e Tempo libero

  • riqualificazione delle strutture del centro sportivo comunale e ottimizzazione della gestione
  • ripristino pista per il ciclismo
  • sistemazione aree verdi e aree dismesse
  • realizzazione di copertura in erba sintetica del campo da calcio in sabbia
  • sistemazione degli spogliatoi
  • sostegno e valorizzazione delle associazioni che promuovono la pratica sportiva, il movimento ed un sano stile di vita (es. gruppi di cammino)

Albano Cambia intende rendere il centro sportivo un vero polo polisportivo in cui, a tutti gli sport presenti sul territorio, sia data rilevanza e dignità, perché siamo convinti che alla base di una società sana ci sia una società che coltiva fin dall’infanzia una sana cultura sportiva.

Vogliamo che il centro sportivo torni ad essere centro di aggregazione e che possa ospitare eventi ludici e culturali come feste estive e cinema all’aperto.

Sarà nostra cura cercare sponsorizzazioni e aggiudicarci i bandi provinciali, regionali o statali che siano, che ci permetteranno di realizzare diverse opere;

In questo ambito il nostro primo obiettivo è riqualificare il campo da calcio attualmente in sabbia, trasformandolo in un campo in erba sintetica così che possa essere utilizzato da tutti, anche per manifestazioni extra sportive, e che non diventi fonte di disagio per gli atleti e per chi deve manutenere le strutture pulite, gli spogliatoi infatti si sporcano incredibilmente portando dall’esterno la sabbia, soprattutto con il maltempo.

Urge un intervento di ristrutturazione degli spogliatoi, che intendiamo realizzare con particolare attenzione alle nuove tecnologie ecosostenibili: pannelli solari, fotovoltaico etc…

Albano poteva vantare una pista per il ciclismo di livello nazionale, successivi interventi l’hanno però menomata e resa pericolosa, mai è stata ripristinata e conclusa l’opera come promesso, vogliamo completarla e restituire alla collettività.

Non vogliamo dimenticare le discipline indoor, come la danza, la ginnastica etc che meritano strutture adeguate, per restare fiore all’occhiello di questo paese.

Vogliamo sostenere e promuovere sul territorio associazioni sportive e che incentivino ad un sano stile di vita, come i gruppi di cammino, ed attrezzare le aree verdi con percorsi vita per le persone e percorsi di allenamento e agility per i cani.

 Arte e Cultura

  • sostegno, promozione e collaborazione con le associazioni culturali, sociali, educative ed artistiche del territorio affinche’ possano continuare a dare lustro al paese
  • iniziative di promozione della lettura per bambini, ragazzi ed adulti mediante partecipazione ad iniziative come “fiato ai libri” e “fiato ai libri junior” e cicli di letture animate per i bambini della scuola d’infanzia
  • potenziamento area informatica della biblioteca
  • coordinamento tra le varie iniziative offerte sul territorio dal comune, dalle associazioni dalla parrocchia mediante la predisposizione di un calendario condiviso
  • proposte di proiezioni cinematografiche all’aperto

La nostra sfida più ambiziosa, in ambito culturale, sarà trovare fondi e sponsorizzazioni per poter
realizzare, autonomamente o in collaborazione con altri enti presenti in paese, una nuova sala
polifunzionale che possa essere al servizio dei cittadini, ospitare eventi teatrali, convention, corsi rivolti
alla cittadinanza sui temi più sentiti o semplicemente ospitare gruppi di lettura e approfondimento.

Intendiamo restituire un ruolo di centralità alla biblioteca per l’importante ruolo culturale che deve avere nel paese anche attraverso l’istituzione di una commissione cultura e biblioteca che sappia relazionarsi con le altre realtà culturali a livello comunale (oratorio, scuole, Albanoarte, ecc. ) e a livello sovracomunale, anche tramite l’implementazione della dotazione informatica.

Vogliamo inoltre che si tornino ad organizzare, col patrocinio del Comune, gite e viste culturali a città d’arte, mostre ed eventi.

Siamo inoltre convinti che migliorare il dialogo tra istituzioni, associazioni, aziende ed enti così come l’attivazione di sinergie con Comuni vicini possa condurre ad una offerta più mirata e ad una miglior strategia di diffusione e partecipazione alle iniziative culturali indirizzate alle diverse fasce d’età.

Il settore dell’arte e della cultura ad Albano ha bisogno di un nuovo piano di sviluppo e di un concreto cambio di prospettiva nell’ottica di una crescita civica e morale del Paese. Sono già presenti diverse realtà che meritano massima attenzione ed operano con capacità ed entusiasmo.

Daremo sostegno, promozione e collaborazione alle associazioni culturali, sociali, educative ed artistiche.
Inoltre, con forza e lungimiranza, vogliamo dare a tutti i cittadini ed associazioni di Albano ,nel corso del mandato elettorale, uno spazio adeguato alle diverse esigenze progettando e realizzando un “polo” artistico – culturale, possibilmente nel cuore del paese.

Altri progetti che ci stanno a cuore sono la promozione del teatro nelle sue diverse forme (teatro per bambini, ragazzi, adulti) il potenziamento e rinnovamento delle dotazioni informatiche della biblioteca , incentivando l’utilizzo degli spazi con promozione della lettura per bambini, ragazzi ed adulti mediante partecipazione ad iniziative come “fiato ai libri” e “fiato ai libri junior” e cicli di letture animate per i bambini della scuola d’infanzia, maggiori investimenti in tecnologica/informatica nei luoghi pubblici (scuola, biblioteca, etc) per coinvolgere i ragazzi con progetti mirati, proiezioni cinematografiche e spettacoli all’aperto (al Parco Lamarmora ed altri parchi, in Piazza, etc), festa annuale di tutte le associazioni artistiche e culturali, coordinamento tra le varie iniziative offerte sul territorio dal comune, dalle associazioni e dalla parrocchia mediante la predisposizione di un calendario condiviso.

Se il Paese vive , Albano Cambia.

 

 

 Scuola e Lavoro

  • introduzione piedibus
  • miglioramento del servizio spazio compiti
  • adeguamento sismico degli edifici scolastici e manutenzione aree esterne
  • adeguamento tecnologico degli edifici scolastici
  • sostegno economico e collaborazione con la scuola dell’infanzia
  • potenziamento del confronto /dialogo con la dirigenza scolastica
  • organizzazione di percorsi specifici per l’integrazione di studenti con svantaggi e/o deficit socio–culturali e lunguistici
  • promozione di iniziative volte al potenziamento linguistico
  • partecipazione a programmi europei e ai fondi strutturali europei
  • istituzione e/o implementazione di uno sportello lavoro volto a favorire l’incontro domanda/offerta di lavoro sul territorio

Il compito fondamentale delle istituzioni, e del Comune in particolare, è di essere il più possibile al fianco
della scuola, concorrendo e agevolando il raggiungimento dei suoi obbiettivi.

Vogliamo migliorare il dialogo con le istituzioni scolastiche presenti sul nostro territorio, attraverso
l’ascolto attivo e la messa in atto di metodi e strumenti utili a percepire anticipatamente i problemi, le
tendenze o i cambiamenti futuri al fine di pianificare le azioni opportune in tempo.

Vogliamo che la scuola dell’infanzia resti fiore all’occhiello della nostra comunità: collaborando con la
parrocchia, patrocinandone le attività ed iniziative e continuando a sostenere le famiglie con un adeguato contributo economico.

Vogliamo sostenere la scuola primaria e secondaria attraverso il Piano di diritto allo studio garantendone non solo il normale funzionamento, ma intervenendo a sostegno del Piano dell’offerta formativa;

Vogliamo intensificare le relazioni “scuola-territorio” costruendo occasioni di incontro e di partecipazione anche attraverso la creazione di un tavolo di coordinamento tra le varie agenzie e soggetti che si occupano di adolescenti: scuola, oratorio, servizi sociali, associazioni, genitori…
Siamo convinti che con risorse congiunte si possano ottenere grandi risultati;

Intendiamo migliorare lo spazio compiti attuale per renderlo più fruibile a tutti gli studenti, per far questo siamo convinti che lo spazio compiti non debba essere confuso solo come spazio di animazione e custodia minori, ma che i due ambienti debbano essere distinti e implementati in due diversi momenti.

Sarà obiettivo primario per noi attivare, con tutti i mezzi possibili, un servizio di piedibus per tutti gli
studenti che vorranno usufruirne;
in contemporanea vorremmo ottimizzare il servizio scuolabus e i relativi costi, riteniamo che lo scuolabus sia un servizio importantissimo per la comunità, ma è necessario renderlo fruibile a più studenti rispetto agli attuali in modo che si possano ammortizzare i costi.

Intendiamo dedicare risorse all’individuazione e partecipazione ai bandi nazionali ed europei perché tutte le risorse disponibili possano essere utilizzate per riqualificare ed adeguare le strutture degli edifici scolastici sia dal punto di vista della sicurezza antisismica, del risparmio energetico, e dell’implementazione tecnologica.

Sarà nostra cura provvedere, nei pressi degli edifici scolastici, alla dotazione di tettoie per proteggere i
ragazzi dalla pioggia, al miglioramento della qualità e funzionalità degli spazi e del verde intorno alle scuole;

Vogliamo collaborare con le istituzioni scolastiche per favorire percorsi specifici per l’inclusione e
l’integrazione degli studenti che presentino difficolta.

Vorremmo creare spazi di aggregazione in cui coesistano bambini, giovani ed anziani, perché entrambi
hanno da guadagnare dalla reciproca frequentazione, magari attraverso la creazione di spazi-gioco
condivisi in cui si organizzino laboratori di orticultura, utilizzo del computer, arti manuali e gioco libero.

Potenziamento dello sportello lavoro per favorire l’incontro tra domanda/offerta di lavoro sul territorio,
attualmente presente ma poco utilizzato, anche attraverso incentivi per le aziende virtuose.

 Sicurezza

  • potenziamento dei rapporti e del dialogo con l’unione dei colli per garantire maggior
  • coordinamento nelle azioni di contrasto alla criminalita’
  • costante monitoraggio dei dati relativi al fenomeno dei furti nelle abitazioni
  • istituzione di uno sportello sicurezza per la raccolta di segnalazioni e per l’assistenza ai cittadini nell’attivita’ di denuncia dei reati subiti

Crediamo importante e necessario rinnovare e potenziare il dialogo con L’Unione dei Colli, primario interlocutore autorizzato ad intervenire sul territorio ricreando collaborazione per meglio coordinare azioni di contrasto alla criminalità.

Mantenere e incentivare rapporti con associazioni di volontari già presenti e non più presenti per garantire la vigilanza e il controllo

Costante contatto con le forze dell’ordine e gli organi preposti per mantenere puntuale il monitoraggio dei dati relativi ai furti nelle abitazioni, partendo dal fatto che va incentivata e sostenuta l’attività di denuncia da parte dei cittadini.
Per favorire le segnalazioni inerenti sicurezza, furti, danneggiamenti alla proprietà pubblica e quella privata favoriremo un punto di ascolto per invitare i cittadini alla denuncia alla pubblica autorità e favorire la circolazione di informazioni utili ad arginare tale fenomeno.

Attivare più controlli sul territorio anche in ordine a sempre più frequenti atti di vandalismo sugli edifici pubblici e nei parchi.

Verificare lo stato di efficienza e la necessità di implementare gli impianti di telecamere soprattutto nelle zone del paese ritenute più a rischio.

 

 Trasparenza e Comunicazione

  • introduzione di una newsletter a cadenza periodica per informare i cittadini delle attivita’ e delle iniziative comunali
  • coordinamento delle iniziative proposte dall’amministrazione e dagli altri enti e/o associazioni
  • introduzione della possibilita’ di seguire i consigli comunali in streaming
  • ricerca e partecipazione ai bandi
  • ricerca di sponsorizzazioni
  • riduzione compensi amministratori comunali
  • assemblea annuale di rendiconto annuale delle gestione

Vogliamo implementare il sito internet comunale al fine di renderlo più interattivo, aprendo una sezionerelativa al resoconto dell’attività comunale. Il Sindaco, ogni singolo assessore, ogni consigliere comunale con delega, ogni presidente di commissione, avrà l’obbligo di relazionare sulla propria attività e sullo stato di avanzamento delle varie proposte.

Il sito internet potrà anche essere spazio di confronto e di raccolta dei suggerimenti e anche delle critiche della popolazione, come ulteriore momento di confronto e partecipazione.

Introdurremo una Newsletter con aggiornamenti sulle attività ed iniziative comunali e delle associazioni del territorio per garantire una tempestiva informazione a tutti i cittadini

Realizzeremo un calendario annuale con le varie iniziative, previamente condiviso con le altre realtà presenti sul territorio (Scuola, Oratorio, Parrocchia, Associazioni, ecc.) per evitare sovrapposizioni e ampliare l’offerta ottimizzando le risorse.

Riprenderemo la pubblicazione e distribuzione del Notiziario Comunale dando voce a tutte le forze politiche presenti in Giunta e ampio risalto a tutte le iniziative delle varie realtà presenti sul territorio.

Proporremo e daremo possibilità di seguire i Consigli Comunali in streaming per allargare il più possibile e con la massima trasparenza la visibilità dell’Amministrazione anche a chi non può seguirli direttamente

Impegneremo risorse umane e contatti con altre amministrazioni per individuare e poi partecipare a bandi per ottenere finanziamenti / facilitazioni economiche per finanziare i nostri progetti

Con riguardo alle risorse pubbliche sarebbe nostra intenzione cercare fonti di entrate alternative e sponsorizzazioni da privati e/o aziende per finanziare e sostenere iniziative culturali, avvenimenti sportivi e mantenimento del verde pubblico.

Ridurremo i compensi degli amministratori comunali; riteniamo importante dare questo segnale di vicinanza alla cittadinanza in questo momento di difficoltà economica.

Al fine di dare massima trasparenza al nostro operato organizzeremo Assemblea pubblica annuale di rendiconto con la possibilità di incontrare la cittadinanza al fine di raccoglierne le osservazioni ed i suggerimenti.

 

PDF Programma elettorale Albano Cambia

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter